Ricordo - Cooperativa di Biumo e Belforte

Vai ai contenuti

Ricordo

Archivio > 2022

Ciao Ambros!
Ambrogio Vaghi, nato a Milano il 25 Gennaio 1927, si  è diplomato insegnante. Partigiano giovanissimo ha partecipato alla Liberazione dell’Italia dal nazifascismo contraendo una seria invalidità permanente. Varesino dal 1946, è stato uomo di sinistra, stimato e ascoltato anche dagli avversari politici per la conoscenza dei meccanismi del potere e la lungimiranza.
Dal 1958 al 1980 ha ricoperto il ruolo di consigliere comunale nelle file del Partito Comunista. Nel titolo della sua biografia pubblicata nel 2021 da Macchione editore, per la sua saggezza e diplomazia, è stato definito il “cardinale rosso”. Iscritto all’albo dei giornalisti dal 1948, ha collaborato con varie testate di livello nazionale.
Tra le altre cose, è stato vice direttore responsabile del settimanale provinciale del Pci “L’ordine nuovo”, dove lavorava anche lo scrittore Gianni Rodari di cui è diventato caro amico.

LA MIA VITA IN COOP
ESPERIENZE A NON FINIRE

 
Nel 1955, ha iniziato a collaborare stabilmente col movimento cooperativo come direttore/amministratore nella nostra Cooperativa di Biumo e Belforte, dove i soci erano soliti riferirsi a lui con l'appellativo (per altro a lui inviso) di "Maestro". Nel 1963, è entrato nel settore amministrativo-aziendale della Federazione delle Cooperative e Mutue di Varese. Nel 1978, è diventato Presidente operativo di Unicoop Lombardia e di Iper Lombardia. In seguito, ha fondato la società Marketing trend per la gestione di “Brico Io” ed è stato punto di riferimento e consulente nel campo della distribuzione organizzata.

 Dal 1984, ha rivestito il ruolo di Revisore Ufficiale dei Conti ed è stato presente nei collegi sindacali di numerose società private, cooperative o a partecipazione pubblica.
 
Vice presidente del comitato provinciale della Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra, è stato anche presidente della Socrem, la società di cremazione varesina.
 
Per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo è stato un uomo dalla personalità forte e autorevole, sferzante nei giudizi, ma sempre disponibile al dialogo. Con la sua verve polemica riusciva a intimorire amici e avversari. Non ha mai smesso di farlo fino all’ultimo con articoli puntuali e graffianti pubblicati da RMF online. Con un grande cuore, a fianco della sua compagna di vita Elsa, è stato sempre fedele ai suoi principi di uguaglianza, onestà e giustizia sociale.
Varese 16 Novembre 2022

In questo giorno  una bellissima iniziativa nella sede Coop Lombardia Via Francesco Daverio 44,
è stata intitolata una sala in memoria "dell'Ambros"
Cooperativa di Biumo e Belforte -Viale Belforte n°165 Varese - tel 0332333088 cooperativabiumobelforte@virgilio.it
Torna ai contenuti